Testo e contesto. Laboratorio residenziale (22-29 giugno 2019)
600 €

Started on 22 June 2019

Quando: da sabato 22.06 a sabato 29.06 2019
Località: Apella (MS)
Struttura: agriturismo Montagna Verde
Docenti: Giulio Milani, Gilda Policastro, Vitaliano Trevisan

Per informazioni e prenotazioni scrivete a info@transeuropaedizioni.it

Testo e contesto è un laboratorio residenziale di scrittura narrativa dedicato al racconto dei luoghi e delle relazioni nel loro spettro storico-biografico, aspetti che rappresentano le basi di ogni teoria del racconto e di ogni produzione artistica.

Il laboratorio si svolgerà nella settimana dal 22 al 29 giugno 2019, ad Apella, tra le colline della Lunigiana, in alta Toscana, al crocevia tra Liguria ed Emilia, in una posizione strategica invidiabile: pochi chilometri di distanza dal Parco dei Cento Laghi e dal favoloso mare delle Cinque Terre e del Golfo dei Poeti, così come dalle spiagge della Versilia e dai sentieri delle Alpi Apuane, a meno di un’ora di macchina da Lucca, Pisa e Genova, un’ora e mezza da Firenze, due da Bologna e Milano, quattro da Roma. Un territorio noto per la storia, il paesaggio e la sua ricca cultura enogastronomica.

Sono previsti un massimo di 20 partecipanti e circa 50 ore di lezione.

La struttura che ospiterà gli iscritti e il laboratorio è l’Agriturismo Montagna Verde: un albergo diffuso e insieme un’azienda agricola biologica, nel borgo medievale di Apella. In pratica i partecipanti andranno a ripopolare il borgo, un suggestivo paesino sorto dal restauro conservativo della rocca, del monastero e della torre di avvistamento appartenuti ai prìncipi Malaspina. La struttura si ispira ai valori del turismo ecosostenibile e presenta un’eccellente offerta alberghiera: alloggi in appartamenti confortevoli, ricavati all’interno di antiche case padronali, un ristorante con le tipicità del luogo, una piscina panoramica, le biciclette, il bar, lo spaccio, il bioparco, l’orto biologico e i locali per la scrittura e la didattica. La formula residenziale offre il vantaggio di poter condividere un’esperienza più profonda, con l’idea di costituire un vero gruppo di abitanti ai quali assegnare nuove identità.

Testo e contesto si propone infatti come esperienza di formazione attiva e insieme performance creativa: un’opportunità per chi ha un progetto già definito come solo un’idea da sviluppare, per chi non ha i contatti giusti o sente il bisogno di bussole per orientarsi nel mondo editoriale, teatrale e letterario, per quanti vogliano dedicarsi interamente – anche per la prima volta – alla scrittura o al rapporto tra sguardo e racconto, in un contesto che favorisce la distensione, l’ispirazione, lo scambio di interessi e passioni, la sperimentazione. Ma la settimana è anche occasione di vacanza, ritiro dalle incombenze tra svago meditativo e piacere per la convivialità, l’aria aperta, il buon cibo, i bagni in piscina, le biciclettate, oltre a letture stimolanti, musica e conversazioni.

Una parte essenziale del lavoro si svolgerà dunque secondo il modello anglosassone del Writing Retreat e il fortunato metodo dei laboratori one-to-one di Transeuropa e del Transeuropa Discovery Tour: l’apprendistato passa dall’attenta lettura di testi propri e altrui come dalla ricerca di modelli alternativi a quelli più usati; l’apprendimento assume le forme del ritiro formativo e della scuola nel bosco: osservazioni, esplorazioni, interviste, passeggiate, escursioni in bicicletta, immersioni acquatiche e il resto di esperienze – guidate e non – apriranno uno spazio fisico, emotivo e letterario in cui possa confluire l’influenza reciproca tra luogo e scrittura, storia e natura, sguardo e voce.

Il laboratorio è coordinato da Giulio Milani, editor e scrittore. Tra i docenti in soggiorno, Gilda Policastro – critica letteraria, docente di poesia della scuola Molly Bloom e scrittrice – interverrà sull’uso dello sguardo e della voce in letteratura, mentre Vitaliano Trevisan – drammaturgo, sceneggiatore e scrittore – illustrerà il suo modo di raccogliere testi, immagini, prospettive e contesti, con lo scopo di fornire esempi che superino stereotipi, modelli desueti e automatismi di stile e di pensiero.

Il programma della giornata, in termini generali, è così scandito:
ore 9.00 – 12.30 lezione di gruppo o escursione
ore 12.30 – 16.00 pranzo e libero impiego della piscina, delle biciclette e del parco
ore 16.00 – 19.30 esercitazione o escursione
Cena al ristorante della struttura oppure libertà di movimento, da soli o in compagnia

Il check-in avrà luogo sabato 22 giugno a partire dalle ore 11.00 e il check-out sabato 29 giugno 2019 alla stessa ora. Le attività si concluderanno venerdì 28 alle ore 19.00. Seguirà la festa di fine corso, la mattina del sabato il congedo e gli ultimi suggerimenti di lavoro.

A chi si rivolge. A scrittori, poeti, drammaturghi, attori, lettori, fotografi, artisti, insegnanti, counselor, psicologi, formatori, escursionisti, curiosi e amanti dei luoghi e della natura. L’augurio è di comporre un gruppo eterogeneo perché la diversità di interessi arricchisca l’esperienza di tutti. Lo spirito è favorire la convivialità, a partire dalla condivisione degli spazi, dei pasti e dei movimenti, col miglior equilibrio possibile tra i costi e la qualità dell’offerta.

Doppia soluzione. Si può prendere parte con formula residenziale (laboratorio e pensione) oppure, per quanti non risiedono lontano o dispongono di un’alternativa, con formula non residenziale: chi lo desidera potrà anche in questo caso appoggiarsi alla struttura per i pasti, gli spazi comuni e i servizi.

La quota d’iscrizione al laboratorio, della durata complessiva di oltre 50 ore tra teoria, pratica, esplorazioni ed escursioni, ammonta a 600 euro iva inclusa. Nella somma è compreso il materiale didattico essenziale e l’inclusione nella chat degli iscritti, dove sarà possibile confrontarsi, chiedere o ricevere consigli e parlare coi docenti anche dopo la conclusione delle attività.

II costo del soggiorno, che include il trattamento di mezza pensione (colazione e pranzo, bevande incluse) e la sistemazione in appartamento composto da camera doppia con letti singoli, soggiorno e bagno privato, è di 385,00 euro iva compresa per tutto il periodo (55,00 euro al giorno per 7 notti), da pagare direttamente alla struttura al termine del soggiorno. La cena è libera. Per chi lo desidera, il ristorante della struttura offre un menu alla carta oppure un menu fisso al costo di 20,00 euro.

Come raggiungerci. La struttura si trova nel borgo di Apella, a Licciana Nardi, in provincia di Massa. Si può raggiungerla in macchina con l’autostrada del Sole in direzione Firenze-mare (A11), dalla Roma-Genova (A12) o dalla Cisa (A15): l’uscita è Aulla. Gli aeroporti più vicini sono invece quelli di Pisa (80km) e Parma (90km). La stazione ferroviaria di prossimità è Aulla Lunigiana e chi lo vorrà potrà concordare il trasporto direttamente con la struttura ospitante.

Come iscriversi. Basta inviare un’email con la richiesta d’iscrizione e una breve nota biografica all’indirizzo info@transeuropaedizioni.it specificando la soluzione scelta, residenziale o non. All’atto dell’iscrizione sarà necessario versare un acconto di 123 euro per il laboratorio, nonché una caparra del 20% alla struttura ospitante (77 euro). Un mese prima del soggiorno si perfezionerà l’iscrizione al laboratorio completando il pagamento. II saldo del prezzo dell’alloggio sarà versato direttamente alla struttura, al termine del soggiorno.

Policy di cancellazione. L’eventuale disdetta va comunicata in modo tempestivo al suddetto indirizzo email accertandosi che il destinatario l’abbia ricevuta: se la cancellazione avviene entro 30 giorni dall’inizio del laboratorio, al partecipante verrà restituito il totale della quota detratto l’acconto versato al momento dell’iscrizione. La disdetta che dovesse pervenire entro 15 giorni dall’inizio del laboratorio darà luogo al rimborso solo in caso di riassegnazione della prenotazione ad altro partecipante, mentre non potrà essere rimborsata se pervenisse a meno di 15 giorni dall’inizio delle attività.

Docenti

Giulio Milani è scrittore, editor e editore. Ha svolto il proprio apprendistato tra Pisa e Ancona, lavorando presso una delle più interessanti case editrici di ricerca degli anni novanta, Transeuropa: la sua formazione s’inserisce al crocevia tra il magistero di Aldo Tagliaferri, Pier Vittorio Tondelli, Massimo Canalini e quello di Grazia Cherchi, Giulio Mozzi e Walter Siti. Laureato in lettere e storico di formazione, ha pubblicato per Baldini & Castoldi il romanzo Gli struggenti e per Transeuropa il romanzo La cartoonizzazione dell’Occidente (n.e. Laurana, 2018) e il saggio sul romanzesco L’arte della scrittura e della caccia col falcone. Ha curato le antologie di scrittori emergenti I persecutori (con Marco Rovelli) e di esordienti Over-Age. Apocalittici e disappropriati. Ha intervistato lo scrittore Mario Rigoni Stern in Storia di Mario. Mario Rigoni Stern e il suo mondo. Ha scoperto e lanciato, tra gli altri, gli scrittori Fabio Genovesi, Giuseppe Catozzella, Andrea Tarabbia, Demetrio Paolin. Ha insegnato alla Holden, ha diretto l’agenzia letteraria Inaudita. In ambito editoriale, è stato promotore e coordinatore della collana di coedizioni “Indies” di Feltrinelli e dello scaffale di tutela della bibliodiversità con LibrerieCoop. Nel 2018 ha prodotto per Transeuropa, che dirige dal 2005, la collana di narratori italiani Wildworld, dove ha inaugurato un nuovo genere letterario lavorando da showrunner alla prima writers’ room di narratori italiani. Per Laterza ha pubblicato il reportage narrativo La terra bianca. Marmo, chimica e altri disastri (2015) e il saggio I naufraghi del Don. Gli italiani sul fronte russo (2017), mentre a giugno del 2019 uscirà Grande stile. Il manuale dell’editor letterario. Tiene laboratori di scrittura narrativa.

Gilda Policastro è scrittrice e critica letteraria. Ha collaborato con riviste, quotidiani e siti culturali tra cui «Allegoria», «il manifesto», «Alfabeta2», «la Lettura», «Pagina99», «Doppiozero», «Le parole e le cose», «Il Dubbio». Dal 2016 insegna Poesia presso la Scuola di scrittura “Molly Bloom” (con sedi a Roma e Milano). Tra le sue pubblicazioni: i romanzi Il farmaco (Fandango 2010), Sotto (Fandango 2013) e Cella (Marsilio 2015), libri di poesia tra cui Non come vita (Aragno 2013), Inattuali (Transeuropa 2016), Esercizi di vita pratica (Prufrock spa 2017) e vari saggi, tra cui Polemiche letterarie dai Novissimi ai lit-blog (Carocci, 2012). Di prossima pubblicazione un suo volume sulla poesia del Duemila.

Vitaliano Trevisan è scrittore, drammaturgo, attore e sceneggiatore. Ha pubblicato i libri Un mondo meraviglioso, uno standard, Theoria, Roma 1996/Einaudi stile libero, Roma 2003, Trio senza pianoforte/Oscillazioni, Theoria, Roma 1998, I quindicimila passi, un resoconto, Einaudi stile libero, Roma 2002, premio Campiello Francia 2008, Standards vol.1°, Teatro, Sironi, Milano 2002, Shorts, Einaudi stile libero, Roma 2004, premio Chiara 2004, Wordstar(s), Sironi, Milano 2004, Il ponte, Einaudi stile libero, Roma 2007, premio città di Fabriano 2008, Grotteschi e arabeschi, Einaudi stile libero, Roma 2009, Due monologhi, Einaudi – Collezione di teatro, Torino 2009, Tristissimi giardini, Laterza, Roma 2010, Una notte in Tunisia, Einaudi – Collezione di Teatro, Torino 2011, Works, Einaudi stile libero, Roma 2016 – premio Sila 2016. Per il teatro ha lavorato a: Giulietta, con Michela Cescon, regia di Valter Malosti, adattamento, Torino 2004, premio Histryo 2004, Il lavoro rende liberi, con Anna Bonaiuto, Michela Cescon, Bruna Rossi, regia di Toni Servillo, testo, Roma 2005, Oscillazioni, con Fulvio Falzarano e Roberto Dani, testo e regia, Vicenza 2006, Note sui sillabari, con Thelonious Monk Big Band, musiche di Tonolo/Bellon, Vitaliano Trevisan-voce, Treviso 2007 testo e regia, Solo RH, con Roberto Herlitzka, testo e regia, Roma 2007, 3 drammi brevi, con Fulvio Falzarano e Vitaliano Trevisan, testo e regia, Longiano 2008, Una notte in Tunisia, con Alessandro Haber, regia di Andrè Ruth Sciammà, testo, Milano 2011, Wordstar(s), con Ugo Pagliai, Paola Gassman, regia di Giuseppe Marini, testo, Venezia 2011, RIII-Riccardo III, con Alessandro Gassmann, regia di AG traduzione/adattamento, Padova 2013, Good Friday Night, con Elena Gargano e Giancarlo Previati, testo e regia, Bologna 2013, Gli Innamorati, adattamento, regia di Andrè Ruth Shammà, Milano 2015, Il Giocatore, adattamento, regia Gabriele Russo, Napoli 2017, North by North-East (in Ritratto di una Nazione), con Giuseppe Battiston, Roberto Citran e Vitaliano Trevisan, regia di Fabrizio Arcuri, Roma 2017, La Bancarotta, con Natalino Balasso, regia di Serena Sinigaglia, Bolzano 2019

Contatti

Per iscrizioni o informazioni sul laboratorio residenziale Testo e contesto, che si svolgerà dal 22 al 29 giugno ad Apella (Licciana Nardi), scrivere a: info@transeuropaedizioni.it.

Su Facebook:

Giulio Milani

Transeuropa

Transeuropa Discovery Tour

Testo e contesto